secret_ed_00

La corsa, Michela Belotti

 

  • Copertina flessibile: 199 pagine
  • Editore: bookabook (29 marzo 2018)
  • Collana: bookabook
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 8833230414
  • ISBN-13: 978-8833230412
  • Per acquistarlo clicca qui

Trama

Sara è una giovane donna come tante: nata e cresciuta nella provincia di Bergamo, ha una famiglia un po’ sopra le righe alle spalle e un lavoro in uno studio contabile. Una ragazza semplice, una sognatrice. Ma una sera autunnale si ritrova a correre lungo un viale alberato, ferita e terrorizzata. Vittima di amnesia, non ricorda nulla dell’aggressione subita né dei giorni precedenti. Nel tentativo di recuperare i tasselli mancanti della sua storia, si scoprirà coinvolta in un fatto di cronaca nera. Insieme all’amica Lisa e al tenente dei carabinieri Roberto Castelli, incaricato delle indagini, cercherà di discolparsi dalle pesanti accuse. Riuscirà a fare luce sulle ombre della sua memoria?

Recensione

Il primo capitolo ci fa capire subito il genere di romanzo che andremo a leggere, e cioè un thriller mozzafiato in corsa contro il tempo.

Una ragazza che corre a perdifiato in un viale alberato, di sera. Sta scappando da qualcuno o qualcosa fino a quando non si accorge di avere del sangue sulla maglietta. Quel sangue è il suo e solo dopo averlo realizzato definitivamente si accascia per terra e sviene.

Il senso di paura è fortissimo e l’autrice riesce già a trasmetterlo solo in poche righe.

La nostra protagonista si risveglierà in ospedale e non si ricorderà nulla. Ha cancellato la memoria breve e quindi realizza solo di non essere al sicuro, ma non riesce a comprendere cosa le sia capitato e perché. Ha paura che qualsiasi cosa fosse successa, ora non può più stare tranquilla.

E’ una ragazza intraprendente, andata a vivere da poco da sola per crearsi la sua indipendenza da una famiglia che un po’ la opprime e la vorrebbe casa e chiesa. Dopo una convivenza andata male e non accettata dai suoi genitori, era tornata a casa ma poi la svolta: aveva trovato un appartamento e aveva cercato di staccare dall’inquisizione della madre.

Il libro è un alternarsi di flashback e presente, dove pian piano tassello dopo tassello il lettore riuscirà a creare un quadro di quello che potrebbe essere accaduto a Sara. Uso il verbo “potrebbe” perché non mancheranno eccezionali colpi di scena.

Il tenente dei carabinieri, Roberto, cercherà di aiutarla nel trovare la memoria, anche se la sua caparbietà la metterà in prima persona a indagare sulle ultime ore buie della sua vita.

Michela Belotti ha creato un thriller a regola d’arte che non permetterà al lettore di staccarsi dalle pagine del libro fino alla fine, per scoprire la verità.

Un romanzo intenso, ricco di suspance e rivelazioni, belle descrizioni e una buona dose di attenta ricerca di carattere giudiziario/penale, ottimi dialoghi!

Promosso a pieni voti.

By Secret_ed_00

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *