Libri, Recensioni, Segnalazioni

L’ultimo unno: Reinar vol.1, Timea Hajnalka Dani

 

  • Copertina flessibile: 585 pagine
  • Editore: Independently published (2 luglio 2018)
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 1717701507
  • ISBN-13: 978-1717701503
  • Per acquistarlo clicca qui

Trama

____L’amore ti coglie all’improvviso, quando meno te lo aspetti e la perseveranza premia gli arditi. Quando l’impossibile diventa possibile____In uno sperduto feudo dell’Impero svedese sta per compiersi una profezia millenaria: un uomo viene chiamato a portare a termine l’ultima volontà del re di una delle tribù del passato e figlio del temibile Attila. Reinar deve riprendere ciò che di diritto gli appartiene: un impero e una corona a cui molti ambiscono e per cui sanguinose guerre di successione sono una cruenta realtà.Il predestinato parte per un lungo viaggio insieme a una compagnia di sette uomini, scendendo lungo il corso della Vistola, fino ai monti e all’invalicabile muro di foreste dell’Impero d’Ungheria: il cuore verde dell’Europa orientale, ancora sconosciuta ai più, intrisa di leggende e miti che contribuiscono al suo isolamento dalle grandi corti dell’occidente.Il destino, però, gioca le sue carte e Reinar si ritrova in pericolo.L’incontro con un popolo di raminghi e, soprattutto, con la figlia del loro capoclan, scatena una serie di eventi imprevedibili e il sangue inizia a scorrere.Nonostante tutto, la tenacia, la forza e l’onore spingono il valoroso nordico fino alla meta finale: il castello di Sàrvàr e la sua temibile proprietaria, avvolta da una oscura fama di assassina e crudele reggente.Sarà l’occasione, per Reinar, di convalidare o sfatare i presagi che circolano sul suo conto e prendere, finalmente in mano, le redini del suo destino.Tradimenti, grandi passioni, battaglie e verità taciute si susseguono in un graduale crescendo; una vicenda intensa e permeata di quel mistero e di quella magia che la storia cela tra strati di polvere, in antichi e dimenticati archivi e carte sparse disseminate nello scorrere del tempo.

Recensione

 

Ho divorato questo libro in pochi giorni,nonostante sia lungo sulle 500 pagine, per tanti motivi.
Primo su tutti: la trama. È un romanzo storico, ma non solo. È un romanzo carico di dettagli, su cui il lettore può riflettere. Ogni piccolo punto, è stato scritto per un motivo, che sia per la storia, che sia per lasciarsi ispirare e desiderare di approfondire.
Sono sincera: non ho mai letto romanzi storici, ma non perché pensassi fossero noiosi, ma perché credevo che per poter leggerli occorresse un certo tipo di background . Ebbene mi sbagliavo. Tutti possono leggerlo e tutti possono innamorarsene. Anzi! Vi dirò di più: una volta terminato, sono andata alla ricerca su google di quei personaggi che sono presenti, con la brama di saperne di più.
Secondo punto che non vi farà smettere di leggere sono le descrizioni: talmente veritiere da farvi quasi sentire i profumi, le sensazioni: chiudendo gli occhi vi ritroverete immersi in quei paesaggi e, ascoltando bene, riuscirete a sentirne anche i suoni.
Ultimo punto: sono i molteplici messaggi che l’autrice ha voluto imprimere. Quello più importante è che ogni popolo, differente per cultura o religione, è uguale all’altro. Non bisogna mai fermarsi alle apparenze.
Veniamo ora a parlare della storia. Il protagonista è un uomo, il Conte Reinar Eitil Heinonen, ultimo discendente degli unni, il cui destino è segnato da una profezia, a cui si affiderà per il suo popolo e per la storia di una nuova era. Deve infatti raggiungere l’Ungheria, alla ricerca della figlia segreta della contessa Báthory e sposarla e diventare di diritto principe di Ungheria e Transilvania.
Partirà con sette fidate persone, una diversa dall’altra, a cui non potrete non affezionarvi. C’è il frate Ubert, allergico, con lo starnuto facile, un po’ impacciato nei modi, che vi farà sorridere.
Miska, il miglior amico di Reinar, compagno di avventure e sempre fedele. Due gemelli, Torsti e Thavo, grandi e grossi che spaventerebbero chiunque, ma non le anime pure dei bambini, che capiscono quanto sia buona la loro anima. Infine Roni, Lasse e Matias, mercenari, ma fedeli al popolo.
Il loro viaggio sarà lungo e pericoloso, incontreranno nuovi personaggi e accadranno una serie di eventi che li travolgeranno.
L’incontro più importante avverrà con un Clan di gitani, con cui continueranno l’ultima parte del percorso. Tra loro Emese, figlia del Barone, tanto bella quanto misteriosa, che metterà a dura prova la tenacia di Reinar nel compiere il suo destino.
Tanti segreti e bugie, colpi di scena, battaglie all’ultimo sangue.. non manca nulla a questo romanzo che dovete assolutamente leggere! Bravissima Timea! Aspetto con ansia il secondo libro!
 
By Secret_ed_00
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *