Libri, Recensioni, Segnalazioni

Una star all’improvviso, Manuela Pigna e Mariachiara Cabrini

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 607 KB
  • Lunghezza stampa: 440
  • Utilizzo simultaneo di dispositivi: illimitato
  • Editore: DriEditore (16 settembre 2019)
  • Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l.
  • Lingua: Italiano
  • ASIN: B07XTP85LT
  • Per acquistarlo clicca qui

Trama

Avete mai sognato di incontrare l’attore dei vostri sogni?
E come reagireste se bussasse alla vostra porta?
Ad Amneris accadrà in una serata estiva, nella sua fattoria emiliana, dove Island March – la star più sexy del suo telefilm preferito – si presenterà al suo cospetto con una richiesta da cardiopalma.
Non traete conclusioni affrettate, perché nulla è come sembra.
Tra oche dal carattere irascibile, un pony psicopatico, un cammello con una gobba storta e un cane affettuoso, Island vivrà in incognito un’avventura tutt’altro che scontata. Quando si dice “passare dalle stelle alle stalle”… tutto sommato però, la proprietaria della fattoria non è poi così male.

Recensione

Alzi la mano chi si è innamorata almeno una volta di un attore famoso. E ora alzi la mano chi ha anche pensato di sposare questo attore famoso. Posso quasi con certezza affermare che tutti abbiano alzato la mano. Quando si guarda un film o un telefilm, si rimane incantati da qualche protagonista e si crede che l’attore e il personaggio siano quasi la stessa persona, con gli stessi pregi e gli stessi difetti. E se la persona in questione la interpreta per così tanto tempo, non si riesce più a fare a meno di associarlo a quel programma televisivo.

È questo quello che accade nel bellissimo romanzo in questione. La protagonista, Amneris è innamorata pazza del dottor Cardiopalma, un giovane medico altruista, romantico, sfortunato in amore ma che si innamora con tutto se stesso, dolce e sensibile. Ma sarà proprio così l’attore che lo interpreta, il giovane Island Reese?

Amneris è un’architetto a cui andava stretta la città è il lavoro che faceva. Non si è mai pentita di aver lasciato tutto e andare ad aiutare la sua nonna, appena morto il nonno, nella fattoria in un paese sperduto a Pieve di Pioppo. È una donna semplice, altruista, grande lavoratrice, sempre disponibile. Non si lamenta mai delle ore di fatica della sua giornata e si rilassa il giovedì sera a guardare la sua serie tv preferita. In fondo però ha bisogno di qualcuno con cui confidarsi, quando pensa che la vita ogni tanto la mette in difficoltà. Quindi chi meglio del suo attore preferito a cui scrivere per sfogarsi? In fondo sa che probabilmente mai leggerà le sue lettere, ma, come un diario segreto con cui sfogarsi, decide di spedirle. Nell’ultima missiva, addirittura farà la battuta chiedendo di sposarla.

Island Reese è un uomo affascinante, sicuro di sé, sa quello che vuole e come ottenerlo. Sfrutta la sua bellezza è il suo carisma, senza preoccuparsi delle conseguenze alle sue azioni.

Island si trova in cattive acque a causa di alcune foto compromettenti da parte di alcuni paparazzi: quale idea migliore quella di andare via da Londra e rifugiarsi da una sua fan sfegatata per far calmare le acque?

Ginesia, la nonna di Amneris, l’ho adorata. Simpatica, divertente e da poco tempo anche tecnologica. Me la immagino con suo smartphone a condividere post e video, come una bambina a Natale. Nonostante la sua passione per i social, resta una donna di ottant’anni, che ama sua nipote e cerca sempre di proteggerla.

In realtà ci sono molti altri personaggi: i parenti di Amneris sono tantissimi e con nomi improponibili, tutti con caratteristiche ben delineate, anche se non sono presenze costanti, la descritti così bene a cui non si può fare a meno di affezionarsi.

Abbiamo una cugina appassionata ai toy boy, una cugina burbera ma affidabile, Una cugina all’ottavo mese di gravidanza, zie, zii, vicini di casa.. ognuno è perfetto così com’è.

In questo romanzo però è bello vedere l’evoluzione dei personaggi pagina dopo pagina. Ognuno di essi metterà in discussione se stesso, cercando di lottare con quella parte dentro di se che non accettano.

I luoghi sono eccezionali. Passiamo dal lusso di Londra, dove il dottor Hot vive e lavora, alla semplicità della fattoria di Amneris a Pieve di Pioppo.

La bellezza di questa fattoria è anche dovuta alla presenza di animali sopra le righe, tipo il mini pony Killer dal carattere psicopatico, ai pavoni che urlano fortissimo, alle galline che odiano la cugina Verdania, alle oche. Come per le persone, anche gli animali hanno tutti un carattere predefinito, è raccontato egregiamente.

Per non parlare delle tecniche agrarie, al profumo dell’uva appena raccolta, ecc. pochi appunti ma precisi e approfonditi.

La trama è fitta e lineare, a tratti esilarante, e con scrittura fluida, vieni trasportata fino all’estate ultime pagine senza neanche accorgertene e rattristarti di averlo finito.

I capitoli iniziano tutti con uno stralcio delle lettere scritte da Amneris a Island, e si alternano con il POV di uno e dell’altro.

Le emozioni provate passano dall’emozione alle risate, dalla commozione alla rabbia.. dalla voglia di sognare sempre e comunque.

Super consigliato!

By Secret_ed_00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *