Libri, Recensioni, Segnalazioni

Nonostante tutto, Elisa Crescenzi

 

  • Copertina flessibile: 464 pagine
  • Editore: Independently published (23 giugno 2019)
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 1099328616
  • ISBN-13: 978-1099328619
  • Per acquistarlo clicca qui

Trama

A volte la tua vita è perfetta, altre volte si tratta solo di parvenza.A venticinque anni Emma ha una carriera affermata in una delle più prestigiose gallerie d’arte di Londra, e un matrimonio imminente con chi le ha regalato tutto questo. O meglio, era così fino a qualche tempo fa!L’inaspettato fallimento del suo fidanzamento la porta a rifugiarsi nella sua città natale, Milano, dove, lasciate alle spalle le sue delusioni, decide di rimettersi in gioco e dimostrare al mondo quanto vale, senza l’aiuto di nessuno. Eliminato l’amore dalle sue priorità per dedicarsi a se stessa, Emma dovrà ricredersi, quando il suo vicino Theodor Miller, l’avvocato con un debole per le bionde, si rivela una presenza “ingombrante” nella sua vita, che la costringe ad abbassare il muro che aveva innalzato per proteggere se stessa. Un intreccio di personaggi, un susseguirsi di episodi esilaranti e di incomprensioni, porteranno Emma e Theodor ad incontrarsi e scontrarsi ripetutamente, provocando scompiglio nelle quotidianità di amici, colleghi e famigliari. Riusciranno Theodor e Emma a trovare un loro equilibrio o prenderanno strade differenti?

Recensione

E’ il quarto romanzo che leggo di Elisa, e ormai per me è una garanzia.

La sua scrittura è semplice e lineare: ti coinvolge sempre, senza giri di parole, fino alle ultime pagine.

Parliamo della trama.

La protagonista principale è Emma, tornata in Italia da Londra, dopo che il suo futuro marito l’aveva tradita con una collega. Arriva quindi a Milano e si trasferirà in un appartamentino a Milano, imbattendosi nel suo dirimpettaio Theodor, tanto bello quanto desiderato dalle donne. Inizieranno pian piano ad entrare l’uno nella vita dell’altra, ma gli imprevisti sono dietro l’angolo, come il ritorno dell’ex fidanzato di Emma, David, e bionde mozzafiato che circondano il bell’avvocato Theodor.

Caratterialmente abbiamo due profili decisamente ben delineati.

Emma è paranoica e insicura, dovuto al rapporto complicato con David, il quale non la apprezzava, facendola sempre sentire inadeguata. Con le fregature del passato, ora non riesce a credere agli uomini e non riesce a lasciarsi andare, soffermandosi su ogni singola parola uscita dalla bocca dei suoi interlocutori, creandosi quindi milioni di domande nella testa.

Theo è un latin lover, amante del genere femminile, bello e di successo, che inizia a provare un sentimento verso la sua vicina di casa. Non essendo abituato a determinate emozioni, si contraddirà più volte nei modi di fare, anche se in realtà è quello dei due più coerente con i pensieri.

Oltre ai due protagonisti principali, ruoteranno altri personaggi, che aiuteranno o metteranno i bastoni tra le ruote, a Theo e Emma. Bei colleghi e belle colleghe, nuove amicizie e nuovi datori di lavoro. Vi affezionerete ad alcuni di loro, ne sono sicura.

L’ambientazione è principalmente Milano, con la sua movida, i pub e i ristornati alla moda, ma non mancherà di sognare durante il viaggio a Parigi, ecco il perché della copertina, e Londra.

Due piccoli particolari da segnalare. Il primo è che il punto di vista del narratore è quello della protagonista Emma, che ci racconta tutto, come se fosse con delle amiche. Riflette ad alta voce e alle volte coinvolge il lettore, con delle domande retoriche. Abbiamo però tre o quattro capitolo, ovvero quelli più importanti nella storia, che si sdoppiano, facendoci entrare e rivivere la stessa scena nella testa di Theodor, riuscendo così ad avere la visuale più ampia sui sentimenti e le emozioni. Chi non ha mai desiderato nella propria vita, di entrare nella testa di qualcuno per capire il suo pensiero e il perché di alcune azioni? Innovativa questa scelta e davvero interessante.

Menzione speciale a Federica di Iesu per aver realizzato una copertina meravigliosa, in cui possiamo trovare alcuni punti della storia. La torre Eiffel, i palloncini rossi, il ciuffo con cui gioca sempre Theo e la sua camicia bianca, preferita di Emma.

By Secret_ed_00

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *