I contributi di Timea

Come chi si aggrappa al filo dei ricordi, Sara Masvar

 

  • Copertina flessibile: 228 pagine
  • Editore: Independently published (26 maggio 2018)
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 1983037818
  • ISBN-13: 978-1983037818
  • Per acquistarlo clicca qui

Trama

“Amiche per sempre, ce lo siamo giurate che eravamo due bambine, ce lo siamo dette mille volte che eravamo due adolescenti, ce lo siamo ripetute anche mentre le nostre strade erano al bivio. Ora tu ti sposi ed io devo starti dietro ed essere felice per te mentre non so neanche cosa voglia dire esserlo davvero. Ma tu lo sei davvero? Lui è l’uomo giusto per te? Ed io non posso dirti niente, perché non so se sono felice e se lo sono non è il momento giusto, non è la persona giusta. Avrei dovuto dirtelo prima Silvia ma che senso avrebbe avuto? Con tuo fratello non è niente di importante, dopotutto, è solo sesso ogni tanto perché ci va. Ed ora è troppo tardi, perché ti sposi, e non ha senso rovinare tutto per te. Abbiamo tempo, per capire che donne siamo diventate e che tipo di amiche saremo.”

Recensione

Eccoci, finalmente, al momento di una delle due vincitrici di #autoriselfcontest di @secret_ed_00 e me

Oggi con grande soddisfazione vorrei dire due parole (visto il mio excursus, si fa per dire due parole) sul libro di Sara Masvar.
Ragazze, ve lo devo proprio dire… è stata una botta questa storia, ha letteralmente sfiorato tutto il corollario di emozioni di che una donna racchiude in sé: alcune sceglie di mostrarle (opportunamente filtrate), altre le VIVE e basta perché appartengono solo a lei e al suo mondo interiore, così complesso, così sensibile che quando viene scoperchiato, come il vaso di Pandora, ne scaturiscono lacrime, dolore, confusione, tristezza e tanta melanconia.
Questa storia si legge benissimo, è il sunto di qualsiasi donna che si trova al giro di boa, che sia quella dei 30 anni o dei 40. Quelle famose tappe decennali in cui ti ritrovi a dare uno sguardo al passato cercando di capire a che punto sei.
Il matrimonio della tua migliore amica potrebbe essere, come in questo caso, il momento perfetto per fare i conti con gli anni ormai andati e denudare rimpianti, ripensamenti, scelte, occasioni perdute, parole non dette, sentimenti rinnegati, scorciatoie facili, battaglie rifiutate…
Quella meravigliosa età che va dai 18 anni ai venti-ventitre in cui la giovinezza ci fa credere l’impossibile, in cui siamo convinte di essere immortali, in cui pensiamo letteralmente  di -spaccare il mondo-, in cui siamo convinte di essere indistruttibili…ebbene, quella età la ricorderemo per sempre!
La vita cambia le persone, ciò che ci circonda e coloro che intersecano il nostro cammino, tutto inevitabilmente apportano dei cambiamenti in noi.
Pochi osano girare senza maschera, ci serve, ci protegge, ci culla nei nostri dolori e dai disastri delle nostre scelte e scientemente scegliamo di mostrare il nostro volto solo a chi reputiamo non possa farci alcun male.
Sofia, la protagonista di questa storia è meravigliosa e la sua amica Silvia è una di quelle amiche che tutte vorremmo avere.
Un’incanto Sofia, nella sua umanità, con i suoi paradossi, le sue paure, i suoi limiti, la sua stupenda corazza usata per camuffare un cuore dolcissimo e ferito… Una corazza che, lentamente, si sgretola come un muro di sassi battuto dalle intemperie, un muro che DEVE cadere così che tutti possano essere spettatori di quel bellissimo giardino che si nascondeva, al sicuro, là dietro.
E Christian? Vogliamo parlare di questo mocciosetto cresciuto e diventato uomo, al cui passaggio molte donne si voltano? Vogliamo disquisire della sua immensa simpatia, della sua inesauribile pazienza? Ma quante donne sognano un uomo che ti aspetti per ben cinque anni? Con quanti, poi, potrà mai esistere una complicità simile a quello tra lui e Sofia? E quante lacrime, quanti rimpianti e sensi di colpa prima che lei si accorga di questo gioiello accanto a lei?
È una storia bellissima questa, tanti personaggi, tante donne descritte con novizie di particolari, tali da credere che sia una biografia vera e propria…non ho potuto non pensarlo. Tutto troppo vero, troppo reale, un coinvolgimento che non può non inglobare le lettrici in un turbinio di ricordi, di vacanze all’estero, di “sesso, droga e rock n’roll”!
Ci siamo passate tutte: vacanze con le amiche,.serate in spiaggia, spensieratezza pura, alcool, sesso con il più figo della compagnia, musica, complicità, pura GIOIA DI VIVERE!
Poi si cresce e tutti questi ricordi diventano una calda e morbida coperta di Linus…
Ebbene, facciamo in modo che se la vita ci ha portato su strade non giuste per noi, ecco, cerchiamo di farle cambiare rotta!
Cerchiamo di tornare a sognare, cerchiamo quella metà della nostra mela che ancora manca per completarci e sorridiamo perché la felicità PUÒ essere anche nostra se le apriamo fiduciose la porta!
Sarà che è un momento particolare della mia vita, ma questa storia mi ha lasciato un segno.
Ve lo consiglio vivamente♥️
By Timea

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *