Libri, Recensioni, Segnalazioni

Non è un paese per single, Felicia Kingsley

  • Editore ‏ : ‎ Newton Compton Editori (10 gennaio 2022)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Copertina rigida ‏ : ‎ 416 pagine
  • ISBN-10 ‏ : ‎ 8822751280
  • ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8822751287

Trama

Belvedere in Chianti, piccolo borgo sulle colline toscane, dove abbondano ulivi e vigne ma di scapoli nemmeno l’ombra, è in fermento: Charles Bingley, nipote del defunto conte Ricasoli, sta arrivando dall’Inghilterra per prendere possesso dell’eredità, la tenuta Le Giuggiole. La notizia ha scatenato le potenziali suocere, disposte a tutto pur di sistemare le figlie con Charles o con il suo altrettanto affascinante, ricco e single amico Michael D’Arcy. A chi, invece, questa caccia al marito non interessa, è Elisa, amica d’infanzia di entrambi i giovani, con i quali passava tutte le estati alla tenuta, dove ora vive e si occupa con passione della vigna e della produzione del vino. Mentre tutte le ragazze di Belvedere si contendono i due appetitosi single, Elisa cerca di capire cosa ne sarà della tenuta, dato che Charles e Michael sembrano arrivati in Toscana con intenzioni poco chiare. Sono passati molti anni da quando lei e Michael erano compagni di giochi, la vita li ha cambiati e molti segreti si sono annidati tra le pieghe del tempo, che però sono sempre più difficili da nascondere. Possibile che due amici affiatati come loro possano ritrovarsi nemici? E se tra bicchieri di Chianti, scorpacciate di pappardelle e molti malintesi Elisa e Michael finissero a fare i conti con sentimenti tanto forti quanto imprevisti e forse impossibili da reprimere? A Belvedere, terra di pettegolezzi, tutti vogliono sapere…

Recensione

Ambientato tra Belvedere in Chianti e Londra.
Il primo è un borgo medievale con pochi abitanti. Dove tutti conoscono tutti, usi e tradizioni sono rispettati. La gente mormora, tutti sanno cosa accade.
Le Giuggiole, una tenuta con molti ettari di vigneti, alla morte del proprietario, sta per essere venduta. Ma come faranno Elisa, sua madre, le sorelle, insomma la sua famiglia che ha sempre lavorato li? Ci abitano da sempre. Lei si occupa della vigna, compito che prima svolgeva suo padre. Ma poi? Deve convincere i giovani londinesi, l’erede ufficiale e il suo amico, che verranno in Toscana solo per vederla. E se questi due ragazzi, non sono altro che vecchi amici di infanzia con cui trascorreva le estati proprio in quella tenuta (fino ai 16 anni), magari potrebbe essere un punto a suo favore. O forse no?
I protagonisti, così come tutti gli abitanti del paese, sono tutti descritti alla perfezione… ognuno di loro ha un carattere ben preciso ed è per questo che riesci a sentirti parte del borgo, come se conoscessi tutti da sempre.
Credo che in questo romanzo la Kingsley abbia reso omaggio all’amore, in tutte le sue forme. All’amore verso la propria terra, all’amore per il proprio lavoro, all’amore del passato, all’amore della famiglia, all’amore degli amici, all’amore vero e proprio, quello passionale e profondo.

Romanzo all’apparenza divertente e spensierato, quando in realtà ci sono sotto anche temi molto importanti: primo fra tutto quello della famiglia. Nulla può competere al calore che parenti e amici vicini, ti riescono a dare. Altra cosa importantissima è il messaggio di amarsi sempre: non occorre cambiare la propria essenza per essere accettati veramente.

I dialoghi sono il fiore all’occhiello del romanzo, soprattutto quello tra Michael e Elisa. Sono botta e risposta irriverenti, divertenti, provocatori.
Altro inno magico è quello per la vigna e il vino. Alla pazienza e all’attenzione che ci vuole per coltivarla e lavorare l’uva. E viene trasmessa tutta questa passione grazie a Elisa, alle sue parole e al suo modo di viverla.
Non mancherà qualche colpo di scena.
Infine molte parole in accento toscano che rende tutto ancora più vivo e vero.

Divertente, emozionante, coinvolgente.

Da leggere!

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.