Libri, Recensioni, Segnalazioni

Il problema è mister Darcy, Paola Servente

  • ASIN ‏ : ‎ B09RQD2NW9
  • Editore ‏ : ‎ Newton Compton Editori (24 febbraio 2022)
  • Lingua ‏ : ‎ Italiano
  • Lunghezza stampa ‏ : ‎ 224 pagine

Trama

Mister Darcy non esiste e non è mai esistito. Mia è stufa di sentirselo ripetere. Desidera vivere un amore profondo, forte, vero… Che cosa c’è di tanto sbagliato? Dopotutto, per una giovane e brillante cardiologa italiana, appena trasferitasi a Londra, è normale sognare un po’ di romanticismo. E anche se non ha quasi nulla in comune con le graziose protagoniste dei suoi libri preferiti, Mia è determinata a non accontentarsi in amore: l’uomo giusto è lì fuori da qualche parte ad aspettarla.
Adam è un cardiochirurgo molto affascinante, immaturo quanto irresistibile. Lo sanno bene le colleghe, le infermiere, le specializzande… A dirla tutta, lo sa l’intera Gran Bretagna, perché si dà il caso che sia anche di nobili natali e compaia sulle riviste scandalistiche con una certa frequenza. Chi meglio di lui può insegnare a Mia qualche trucchetto per far capitolare il principe azzurro? Peccato che si diverta a punzecchiarla, facendole saltare i nervi a ogni occasione. Tra pazienti irrequieti, cuori da curare, continui battibecchi, lezioni di malizia e balli ottocenteschi, chissà che anche per Mia non arrivi finalmente il tanto atteso “lieto fine”.
L’uomo perfetto esiste solo nei libri. O forse no?
Cuori lontani eppure così in sintonia…
Hanno scritto dei suoi libri:

«Il finale è semplicemente un sogno a occhi aperti.»
«Un libro che non riesci a smettere di leggere e che divori pagina dopo pagina!»
«Paola, oltre a essere una speaker radiofonica stupenda, scrive divinamente.»
«Un romanzo che si legge in poco tempo e sempre col sorriso sulle labbra.»

Recensione

Adoro la scrittura di Paola Servente, perché è dolce, romantica, divertente e profonda.
La storia è ambientata a Genova per poco e poi trasferita a Londra, dove la dottoressa Mia andrà a lavorare per i prossimi tre mesi.
Il vortice di emozioni dei luoghi dove ha vissuto Jane Austen, grande passione di Mia, e l’ospedale, più precisamente nel reparto di cardiologia altra passione di Mia.
Perché ho ripetuto “passione”? Perché è quello che ho sentito in tutto il romanzo. Passione per i film e i libri, passione per Jane Austen e mr Darcy, passione per il proprio lavoro e curare più pazienti, passione nell’amicizia, quella sana e divertente, passione in tutto.
Adam è un futuro duca, ma anche un abilissimo cardiochirurgo. È noto per essere uno sciupafemmine eppure anche lui ha passione in tutto quello che fa, soprattutto nel suo lavoro.
Lui bello, lei un po’ trascurata. Lui non si vuole fidanzare, lei sogna l’amore con la A maiuscola, come quella che legge nei libri.
I dialoghi sono un grandissimo punto di forza della penna dell’autrice, perché sono geniali, non annoiano mai,anzi! Ti sembra di essere lì con loro. Quindi preparatevi a scintille tra due persone così diverse, ma che in fondo, così diverse non sono. Hanno dentro un fuoco di passione per tutto quello che fanno.
Ho adorato la semplicità e la spontaneità di Mia. La profondità e il cuore grande di Adam.
Come sempre Paola ci mette altri personaggi, tutti ben caratterizzati, e altri che avevamo già trovato in “Il problema è che ti penso” e “il problema è che mi piaci” come Paola, Sav, Alessandro e Martina. Qui ci sono i pazienti dei due dottori che vi si attaccheranno al cuore.
Da leggere assolutamente perché nella storia d’amore e leggerezza, c’è anche profondità con argomenti molto importanti.
 
 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.