Libri, Recensioni, Segnalazioni

Notte numero zero, Rebecca Quasi

 

  • Copertina flessibile: 462 pagine
  • Editore: Independently published (9 gennaio 2020)
  • Collana: DriEditore ContemporaryRomance
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-10: 1658100859
  • ISBN-13: 978-1658100854
  • Per acquistarlo clicca qui

Trama

«Non ci sono due letti» sentenziò seccato Mario.«Vedo.»Vedo.«Non c’è nemmeno il divano.»«Perché dovrebbe esserci un divano?»«Per non dormire insieme?» la provocò lui.«Il letto è abbastanza grande. Mi sembri teso.»Ma va là?

13 dicembre 2015. Costanza e Mario, due sconosciuti, sono bloccati all’aeroporto di Londra-Stansted a causa di una bufera di neve. Lei gioca a scacchi da sola, lui la spia con curiosità perché Costanza, oltre ad avere le clavicole più spettacolari che Mario abbia mai visto, durante la partita confabula con l’alfiere nero.Dallo stalking passano a giocare insieme e, quando tutti i voli vengono annullati per il maltempo, i due decidono di dividere prima un taxi e poi una camera d’albergo.Prende vita così una notte indimenticabile, quella che per entrambi diventerà la “Notte numero zero”.Il giorno successivo, atterrati all’aeroporto Marconi di Bologna, Mario e Costanza si salutano certi che non si incontreranno mai più.Aprile 2018. Mario è sposato da nove mesi. Un pomeriggio, si imbatte per caso in un fondoschiena inconfondibile… Ritorna per noi Rebecca Quasi, dopo lo strepitoso successo dello storico Scacco Matto Vostra Grazia. Questa volta ci regala un bellissimo contemporaneo, differente dai suoi precedenti, che ha ancora a che fare con gli scacchi. Siamo sicuri vi piacerà. Buona lettura!***** ROMANZO AUTOCONCLUSIVO *****
 
Recensione
Sono felicissima di aver letto un nuovo romanzo targato Dri Editore e di potervene finalmente parlare.
Abbiamo due protagonisti talmente diversi tra loro, che non possono fare a meno di attrarsi come calamite. Polo positivo e polo negativo.
Premetto che il prologo preannunciava un romanzo scoppiettante, con l’incontro tra Mario Manzini e Costanza Soprani.
Siamo all’aeroporto di Stansted , il 13 dicembre 2015. A causa della tanta neve caduta, i due giovani si ritroveranno a dover dividere la camera di albergo perché il loro aereo non può decollare. In una sola notte di fuoco i due si lasciano andare, pensando di aver concluso questa loro conoscenza così: senza doversi rivedere più. Peccato che il destino li farà incontrare tre anni più tardi, anche se Mario è Ormai sposato.
Prima precisazione che vorrei fare. Sapendo questo dettaglio del matrimonio, avevo storto il naso di primo acchito. Come è possibile sviluppare un intero romanzo sul tradimento? E invece mi ero sbagliata. Tutto c’è tranne il tradimento fisico. Mario rimane un uomo tutto d’un pezzo, con sani principi morali, che farà di tutto per resistere alla tentazione di provarci con Costanza. Serio, elegante, intelligente e raffinato, un commercialista sia di professione che di mentalità, con la precisione e l’organizzazione.
Costanza è invece allegra, spigliata, un po’ sopra le righe, sia nell’abbigliamento sia nel carattere, ama gli scacchi (parla con l’alfiere da cui non si separa mai). È proprio stravagante e la si ama per questo. Nonostante l’attrazione per Mario, si avvicinerà a lui con il rispetto per la sua situazione sentimentale, nonostante il coinvolgimento che prova.
È stato bello leggere la dolcezza con cui parlano e iniziano a conoscersi, incontro dopo incontro.
Non c’è solo quello. Un matrimonio da organizzare, un segreto da gestire, un tradimento da sistemare…
Scrittura ineguagliabile, dialoghi divertenti e coinvolgenti, descrizioni spettacolari.
Nonostante il punto di vista sia in terza persona, capitolo dopo capitolo il narratore ci alterna i sentimenti e i pensieri di uno e dell’altro, mettendo a nudo la loro mente e il loro cuore.
Divertimento, emozione, colpi di scena, .. consigliato
By Secret_ed_00

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *